La mosca III

Ippolìt è un personaggio del romanzo “L’idiota” di Fedor Dostoevskij. E’ un giovane tisico che si crede condannato, e si sente, nel mezzo della bellezza del creato, un escluso (nella versione in cui ho letto per la prima volta il suo discorso, si definiva un aborto), mentre persino una mosca ha un suo posto nel mondo.

“Che cosa me ne faccio di tutta questa bellezza, quando mi tocca essere consapevole in ogni minuto, in ogni secondo che anche quella minuscola mosca che ronza attorno a me, illuminata da un raggio di sole, persino lei prende parte al coro dei convitati, conosce il suo posto, lo ama ed è felice, mentre io solo sono escluso […]?”

 

Lezioni da Ippolìt.

Se hai vita davanti a te, hai il potere di fare qualsiasi cosa. La vita è il tutto in potenza. Se non realizzi le tue potenzialità pur avendo la vita, la colpa è tua e solo tua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: