Un intero nuovo anno

Forse sei veramente felice quanto ti accorgi che il tuo più grande desiderio è che il nuovo anno sia come quello vecchio.

Vi auguro che anche per voi sia così. Buon 2015!

Annunci

Mare

Ho ritrovato, sistemando alcune cartacce, un brano che avevo letto anni fa su una di quelle tovagliette di carta dei ristoranti e che avevo strappato e conservato. Si ricollega un po’ agli ultimi post sul mare (Il rumore del mare, Il profumo dell’aria salata).
E così volevo condividerlo con voi. E’ un po’ il mio regalo di Natale in ritardo.

Talvolta, anche se di rado, si ha la fortuna di accorgersi che nella nostra vita è subentrato un cambiamento, si abbandona la via vecchia, si imbocca la nuova e si prosegue dritti per la nuova rotta. Mi accadde una cosa simile, quel giorno d’estate in cui i miei occhi si aprirono sul mare.
(Jacques Yves Cousteau)

Buone feste!

Auguri da milleseicentolibbre! Qui ora sta cadendo la neve, ed è davvero uno spettacolo che rasserena e aiuta a raggiungere la pace e la gioia.

54. Essere al chiuso quando fuori piove e guardare le gocce scivolare giù per i vetri delle finestre

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

E qui vi rimando al post precedente: stare sotto le coperte quando fuori fa freddo. Una casa ci dà la sensazione di essere al sicuro da tutto. Nei disegni dei bambini c’è quasi sempre una casa.

53. Stare sotto le coperte quando fuori fa freddo

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

L’abbraccio caldo delle coperte (o meglio ancora, del piumone) nei giorni freddi è davvero qualcosa di magico. E’ un po’ come la mia maestra della scuola materna, che diceva di amare la pioggia quando era in casa, perché si sentiva protetta. Sotto le coperte mi sento protetta dal buio della stanza, dai problemi e dalle domande che mi assillano la mente, persino dai mostri sotto il letto.

52. La convivialità

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

E’ davvero bello starsene seduti a tavola dopo cena, senza niente da fare, a condividere tempo e risate con le persone a cui vuoi bene. Bastano pochi minuti per ritrovarsi a proprio agio, pochi minuti per capire che sono davvero rare le cose che contano di più di una parola, di uno sguardo scambiati con gli amici.

51. Il profumo della pioggia nei giorni nebbiosi

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

A volte, guardando fuori dalla finestra nei giorni di nebbia, mi sembra che la mia anima evapori ed esca a danzare nella foschia. Mi perdo in riflessioni leggere come l’aria e grevi come le gocce che cadono lentamente in una pozzanghera. Poi esco, inspiro profondamente, e la mia anima torna dolcemente in me, bagnata di pioggia.

Voci precedenti più vecchie