59. Il risotto

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Quando ero in America mi mancava il risotto, quello buono, preparato dalla mamma con il brodo vero. Dopo dieci mesi ad accontentarsi di surrogati, un piatto di risotto è stata una gran gioia.

Annunci

58. Dormire in una tenda color zafferano

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

E svegliarsi la mattina presto con i primi raggi di un sole di miele.

57. Un commento sul blog

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Anche i commenti rientrano nelle cose che mi rendono felice. E’ sempre un piacere riceverne, una bella soddisfazione. E’ un po’ la prova che qualcuno legge ciò che scrivo. E che quello che scrivo fa venire in mente qualcosa a qualcuno. E’ bello, quasi magico.

56. Una mail

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Ne ho ricevute alcune, da quando tengo questo blog. Soprattutto mail di persone interessate alla vita da exchange student, con dubbi o curiosità o domande sulla mia esperienza. Ognuna di queste email mi ha emozionata, rallegrata. Per cui, a voi che mi avete scritto, GRAZIE. Siete sconosciuti eppure siete stati motivo di felicità.

Esami e agitazione

Spero che nella mia prolungata assenza non vi siate scordati di me. Non ho più pubblicato nulla perché stavo preparando l’esame di istologia di ieri. Ora ho finito, e ho quasi un mese di vacanze davanti a me! Le lezioni del secondo semestre non iniziano fino al 2 marzo, per cui ho tempo per recuperare. E comincio oggi.