Some things never change…

 Oggi volevo solo condividere questa fotografia che mi è capitata sotto gli occhi. È stata pubblicata dalla pagina Facebook History in Pictures (che vi consiglio di seguire, tra l’altro).La didascalia recita: “​Teen party in Tulsa, OK, circa 1947. Photograph by Nina Leen.

Riporto il commento di un utente a proposito di questa fotografia, perché è stato il primo dettaglio che anch’io ho notato guardandola: 

I love the way the girl in the bottom right is looking at the guy.  Some things never change . . .“.

Ed è questo il mio augurio per il 2017: che, mentre tante cose le vorremmo cambiare (e davvero spero che alcune cambino), spero anche che ce ne siano altre che non cambiano mai.

64. Lo stupore di qualcuno nel ricevere un tuo regalo

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Questa non è esattamente una piccola gioia della vita, anzi, direi che una delle gioie più intense che si possano provare nella vita di tutti i giorni. Per questo spendiamo così tanto tempo e denaro nella ricerca del regalo perfetto. Perché fare un regalo a qualcuno è innanzitutto un modo per farne uno a se stessi.

63. Biscotti

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

La felicità sono i biscotti? I biscotti danno la felicità? Certo che no.

Eppure, quando sono triste, mangio biscotti. E poi il mondo forse non diventa più luminoso, ma di sicuro diventa più dolce.

62. Un cucciolo caldo

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

36_

Questa è un po’ in ritardo per il 20 marzo, giornata internazionale della felicità.
Che poi dovrebbe essere ogni giorno.

61. Mia sorella

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Ebbene sì, Maria, oggi mi sento generosa e questo post è dedicato a te. Per tutte le volte che mi fai ridere, riflettere, un po’ meno per quelle in cui mi fai disperare. Ti voglio bene.

60. Ho le gambe e posso correre

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Spesso mi fermo a riflettere su quanto io sia fortunata ad avere la salute. Non mi è mai piaciuto fare sport, ma sento di essere grata di poter correre, saltare, vedere e toccare la vita.

Nessun bambino nasce bello. Nascono tutti rossi, raggrinziti e pieni di pieghe. Ma un bambino sano è bello, è una magia della natura. Ti fa pensare a tutte le cose che sarebbero potute andare storte e non l’hanno fatto. E’ quasi incredibile che in nove mesi e migliaia di trasformazioni tutto avvenga in modo perfetto. E quando succede è qualcosa per cui essere felici.

59. Il risotto

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Quando ero in America mi mancava il risotto, quello buono, preparato dalla mamma con il brodo vero. Dopo dieci mesi ad accontentarsi di surrogati, un piatto di risotto è stata una gran gioia.

58. Dormire in una tenda color zafferano

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

E svegliarsi la mattina presto con i primi raggi di un sole di miele.

57. Un commento sul blog

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Anche i commenti rientrano nelle cose che mi rendono felice. E’ sempre un piacere riceverne, una bella soddisfazione. E’ un po’ la prova che qualcuno legge ciò che scrivo. E che quello che scrivo fa venire in mente qualcosa a qualcuno. E’ bello, quasi magico.

56. Una mail

(https://milleseicentolibbre.wordpress.com/category/cose-per-cui-essere-felice/)

Ne ho ricevute alcune, da quando tengo questo blog. Soprattutto mail di persone interessate alla vita da exchange student, con dubbi o curiosità o domande sulla mia esperienza. Ognuna di queste email mi ha emozionata, rallegrata. Per cui, a voi che mi avete scritto, GRAZIE. Siete sconosciuti eppure siete stati motivo di felicità.

Voci precedenti più vecchie